Epicondilite

Epicondilite

Epicondilite (gomito del tennista)

Questa malattia si manifesta con dolore spontaneo al gomito (o tramite palpazione dello stesso) che si irradia fino alla mano, partendo nel punto di inserzione sull’epicondilo, la parte estrema distale dell’omero ed è causata dall’infiammazione dei tendini dei muscoli dell’avambraccio. È provocata da una sollecitazione eccessiva di questa inserzione e da microtraumi ripetuti.. il dolore si esaspera durante i movimenti di estensione del polso, oppure stringendo la mano o sollevando un oggetto leggero.

Utile la somministrazione di farmaci antinfiammatori, o infiltrazioni locali con cortisonici.

Le ultime tecnologie sviluppate, utilizzate in fisioterapia, consentono di ritornare alla normale attività quotidiana e lavorativa anche dopo poche applicazioni. Nei casi che non traggono beneficio da questi trattamenti si rende necessario l’intervento chirurgico con lo scopo di asportare il tessuto tendineo degenerato, o di sezionare i muscoli coinvolti.